Recensione: “Chiudo gli occhi” di Floriana Naso

Cari colleghi, appassionati lettori come me, oggi vi racconto una storia d’amore vissuta da una giovane donna, che vi farà vivere tutte le belle emozioni che solo una relazione può regalare, dalla scoperta all’innamoramento, ma che in realtà ci mostrerà quanto male può fare un sentimento sbagliato.

Chiudo gli occhi

Floriana Naso

Editore: Edizioni Convalle
Collana: Luna
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 24 ottobre 2019
Pagine: 204 p., Brossura
EAN: 9788885434394

Recensione a cura di Laura Pari

Una famiglia come tante, appartenente al ceto medio che quasi non esiste più. Due sorelle molto diverse. Un incontro che cambierà la vita di tutti. Questi gli ingredienti fondamentali di una storia che si dipana tra la comedy romance e lo psico-thriller, in stile squisitamente italiano. Siamo nella periferia torinese, la famiglia di Giulia vive la crisi economi-ca come la maggior parte delle famiglie medie italiane, negli ultimi dieci anni. Giulia, una ragazza come tante, sta per laurearsi in psicologia per accontentare i genitori, mentre sogna di lanciare una linea di alta moda. Nella sua vita, inatteso e improvviso, arriva Giorgio: giovane, brillan-te, ricco e romantico. Il principe azzurro sembra essersi materializzato. Giulia scoprirà molto presto che non è così, e che il piano diabolico di Giorgio era farla innamorare per scopi ben diversi. Il finale, inaspettato e sconvolgente, lascerà i lettori senza parole.

“Io sono Giulia, ho ventitré anni e vivo a Torino.

Quando mi guardo allo specchio, e lo faccio di rado, vedo una ragazza piuttosto morbida, un po’ goffa e a volte pensierosa […]

[…] Non disdegno i miei capelli: sono lunghi, lisci e castani […]

Della stessa sfumatura sono i miei occhi, ma con una spruzzata di rame.

L’altezza può andare: un metro e sessantotto… per quaranta di scarpe! Si, lo so, non sono i piedini di Cenerentola. Ma che ci sposso fare?”

La nostra protagonista, che già dalla precedente descrizione appare una ragazza insicura e inesperta, ha la passione per i libri e la moda al punto di disegnare vestiti ogni volta che ha del tempo a disposizione. Studentessa di psicologia, per fare piacere ai genitori, Eleonora e Giacomo, ai quali è molto legata. Ha una sorella maggiore, Sofia di 26 anni, bionda, occhi azzurri e fisico perfetto, delle quale si sente, a volte, un pochino inferiore.

Giulia, viene da una famiglia semplice e umile, con poche disponibilità economiche, e, vive la sua giovinezza, fatta di divertimento, di tante scoperte e molti inizi, tra cui l’approccio ai primi amori.

“Mi giro di scatto, pensando al solito idiota che tenta di rimorchiare, e invece mi ritrovo davanti a un metro e ottantacinque di muscoli gocciolanti, capelli mossi e occhi di ghiaccio.”

La ragazza e Giorgio De Rose, si incontrano su una spiaggia dove lei è con la sua più cara amica Angelica e lui, da subito, comincia un delicato ma presente corteggiamento che lei però rifiuta per parecchio tempo per paura e senso di inadeguatezza pensando di non meritarsi un uomo così meraviglioso come lui.
Spinta anche dalla madre, dalla sorella e dall’amica, che vogliono vederla prima di tutto felice ma anche perché lui pare un buon partito, alla fine cede e comincia una frequentazione che diventa subito molto fitta.

La giovane, desiderosa e sognatrice di un grande amore ne viene completamente rapita e se ne innamora molto velocemente, forse troppo….

Giorgio, si dimostra immediatamente molto premuroso, protettivo e pieno di attenzioni facendo vivere a Giulia la favola che ogni donna vorrebbe.
I due innamorati, pianificano quasi da subito di sposarsi e, i familiari e amici di lei sono molto entusiasti ed elettrizzati della notizia, solo il padre è l’unico scettico, principalmente per la troppa fretta ma anche perché il futuro marito della figlia non gli è mai piaciuto.

 “Penso che potresti perderti. Penso che tutto questo sia troppo per te.”

Ma l’uomo che Giulia ha spostato è veramente un principe azzurro come si è mostrato?
Si scopre che Giorgio ha un passato difficile e un presente non limpido e per lei comincia un incubo fatto di alternanza di violenze e atteggiamenti gentili e riparatori.
Quando la giovane moglie è stanca di sopportare e teme per la sua salute inizia a confidarsi con le persone a lei care scoprendo così di essere parte di un malsano progetto molto più grande, ma molto peggio di quanto avrebbe mai potuto immaginarsi…

Con un ritmo frizzante e accattivante, una scrittura molto scorrevole e diretta è un libro che invoglia il lettore a leggerlo con velocità, bramoso di conoscerne l’epilogo. La voce narrante, è prevalentemente quella dei due personaggi principali Giulia e Giorgio che con descrizioni dettagliatamente accurate ci fanno riflettere sulla necessità di ponderare bene le scelte importanti della vita, sull’importanza degli affetti e la fiducia, a volte sbagliando, che vi si ripone.

Condividi:

Be the first to comment

Rispondi