Recensione: “Dolce imprevisto” di Kendall Ryan

Buongiorno amici, oggi vi parlo di “Un dolce imprevisto”, la storia di un amore travolgente nato già grande perché voleva essere e dare vita. Cosi esperti nella sfera sessuale i protagonisti, ma così intimiditi dai sentimenti quanto attenti a non farsi male anche a vicenda.
Colpisce la sicurezza con cui lui, Mason si dichiara e la fragilità con cui lei, Bren si lascia andare tra le sue braccia.

Dolce imprevisto. Roommates series

Kendall Ryan

Traduttore: Michela Gregoris
Editore: Newton Compton Editori
Collana: Anagramma
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 02 aprile 2020 (cartaceo)
Pagine: 256 p., Brossura
EAN: 9788822742360

Recensione a cura di Paola Alessandra Magliani

Bren Matthews è una zoologa sposata con il lavoro. Dedica alla carriera tutto il suo tempo e fugge da qualunque impegno sentimentale, spaventata all’idea di lasciarsi coinvolgere troppo da una relazione. Da quando suo padre è morto, ha paura di provare un dolore come quello della madre, distrutta dalla perdita dell’amore della sua vita. E così si accontenta di storie fugaci, che durano una notte e si interrompono la mattina dopo, senza complicazioni. L’incontro con Mason Bentley, però, è destinato a cambiare tutto. La chimica che si scatena è incontenibile e Mason è intenzionato a dimostrare a Bren che tra loro è scattato qualcosa di molto più profondo. Riuscirà a convincerla a fidarsi del suo istinto?

Metà del libro è incentrata su un imprevisto.
Bren è una veterinaria e Mason è un ginecologo che si incontrano per caso ma finiscono subito a letto insieme.
Lei teme di essere rimasta incinta e si reca da un medico che guarda caso è proprio Mason.

I due dopo le analisi, preferiscono non sapere subito se aspettano un bambino e decidono di passare un po’ di tempo insieme per conoscersi.

Lei non risulta incinta ma ormai sono innamorati.

Il romanzo si snoda così nella passione ardente e nella contraddizione di lei che decide di lasciarlo e lui che le chiede di sposarla.

Bren, bellissima e ultrasensibile a causa della morte prematura del padre che la fa stare sulla difensiva con tutti, specialmente con Mason, per la troppa paura di poterlo perdere. Personaggio complesso, privo di fronzoli, che tende a scappare davanti all’ amore.

Lui, Mason è l’uomo dei sogni, responsabile e dedito a lavoro e famiglia, diventa tenerissimo nel cercare consiglio quando si vede rifiutato.

Un romanzo che farebbe arrossire i più scaltri che gioca esso stesso sulla carnalità dei personaggi, per testimoniare che l’amore non prescinde dall’atto erotico, infatti il sesso è ben descritto ma la descrizione poggia sulla volontà di far sentire l’altro, amato al massimo livello.

“Scivolai allontanandomi un po’dalla pelle calda dello sconosciuto, ignorando la fitta di desiderio per la seconda volta”

Per tutti quelli che credono che l’attrazione fisica sia fine a se stessa, il romanzo dimostra che la seconda volta, se non la prima può essere per tutta la vita.

Materiale fornito dalla Casa Editrice

Condividi:

Be the first to comment

Rispondi