Recensione: “Il mistero della magia di Natale” di R. C. Unison

Cari lettori, eccoci qui con una dolcissima storia di natale per bambini. Insieme al nostro protagonista, Luca, scopriremo in cosa consiste la vera magia del natale.

Il mistero della magia di Natale

R. C. Unison

Editore: Youcanprint
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 10 dicembre 2018
Pagine: 28 p., ill.
EAN: 9788827860908

Recensione a cura di Manuela Morana

Perché Luca non compra il calendario dell’avvento come i suoi amici? Compra invece un libro che parla di una tartaruga… È una storia in rima e sarà proprio la storia di Rugatar Tivù ad aiutarlo a vincere la sua balbuzie e a fargli capire cos’è il mistero della magia di Natale!

Luca è un bambino che si sente solo, sua sorella Elisa ormai è tutta presa dalle prove di danza, la sua mamma ha tanto da fare e con l’arrivo dell’inverno anche la sua tartaruga, Tina, passa le giornate a dormire.

Luca rimase solo in corridoio e pensava che proprio nessuno gli dava retta. La mamma stava preparando la cena e voleva restare sola, Elisa era sempre impegnata con gli esercizi di danza e da tanto tempo non giocava più con lui.

Luca entrò nella sua cameretta e si avvicinò al terrario che era la casa di Tina, la tartaruga ricevuta in regalo il Natale precedente. Si mise a picchiare sul vetro per cercare di svegliare l’animaletto che sembrava un sasso scuro in mezzo a quelli chiari.

Infatti, con la stagione fredda Tina, come tutte le altre tartarughe, dormiva tantissimo.

  • Nem…nemmeno tu mi as…ascolti! – esclamò balbettando.

Per fortuna a scuola Luca ha tre buoni amici, Paolo, Yulia e Martina, con loro può essere sé stesso e non ha mai paura di essere preso in giro se balbetta, cosa che gli succede più spesso quando è particolarmente confuso o arrabbiato.

I quattro bambini, all’uscita da scuola, decidono di andare in una cartoleria che ha appena cambiato gestione per comprare i desideratissimi calendari dell’avvento.

Ogni anno tutti i bambini aspettano sempre con emozione l’arrivo del primo giorno di dicembre per poter aprire la prima casellina e una alla volta, giorno dopo giorno, tutte le altre fino ad arrivare al magico giorno di Natale!

Una volta in cartoleria però l’attenzione di Luca viene magicamente attratta da un bellissimo libro con la copertina verde.

Mentre Yulia, Martina e Paolo sceglievano i loro calendari, Luca leggeva con interesse il titolo del libro: “Storia di Rugatar Tivù, tartaruga magica con la pancia blu”. Parlava di tartarughe… allora poteva aiutarlo con Tina, pensò.

Alla fine ognuno di loro uscì dalla cartoleria con il suo acquisto: Yulia, Paolo e Martina con i loro calendari e Luca? Anche Luca aveva fatto la sua scelta: il libro dalla copertina verde!

Questo fantastico libro parla di una tartaruga che va in giro per il mondo a raccontare storie. Essendo una tartaruga va molto lenta ma a differenza di quello che si può pensare lei non è affatto dispiaciuta di questa lentezza perché le consente di osservare meglio ciò che la circonda, godendosi la bellezza del viaggio e potendo ammirare i particolari di ciò che vede.

Luca rimane subito affascinato da questo libro interamente scritto in rima, si immedesima in questa tartaruga e piano piano si accorge che leggere a voce alta la sua storia lo aiuta a migliorare la sua balbuzie che diminuisce e quasi scompare quando è in viaggio con Rugatar Tivù!

Luca però è un po’ triste senza il suo calendario dell’avvento, tutti i suoi amici non parlano d’altro e lui invece si sente solo, escluso e non capito.

Una notte prima di andare a dormire si chiede: “Chissà se a Natale tutto sarà diverso…” ed è proprio in quel momento che Rugatar gli viene in aiuto, lo va a trovare nei suoi sogni e gli spiega “la magia del natale”, un segreto che tutti conosciamo ma che abbiamo dimenticato.

Questo libro riesce ad arrivare dritto al cuore dei lettori grandi e piccini e a farci ricordare quanto sia importante il Natale che con la sua magia diffonde amore, speranza e gioia nel mondo. Il libro giusto per far capire ai bambini che non bisogna avere fretta di crescere e non bisogna sentirsi inadeguati per i propri difetti, ma che piano piano, passo dopo passo, proprio come fa la tartaruga, tutte le cose andranno al posto giusto se solo ci ricordiamo quali sono le cose importanti e siamo pronti a fare il primo passo verso gli altri.

P.S. Sono davvero felicissima di informarvi che i libri di Rugatar Tivù esistono davvero e presto avrò il piacere di parlarvene in altre recensioni!

Materiale fornito dall’autore

Condividi:

Be the first to comment

Rispondi