Recensione in anteprima: “Emma” di Roberta Schettino

Carissimi lettori, buongiorno, oggi ho il piacere di presentarvi in anteprima la recensione del libro di Roberta Schettino in uscita il 5 dicembre. Insieme ripercorreremo la storia di Emma, una dolce ragazza dagli occhi color miele, e William un autore di libri che da sempre è l’idolo delle ragazzine.

Emma – la ragazza dagli occhi felici

di Roberta Schettino

Self publishing

Data di uscita: 5 dicembre

Recensione a cura di Manuela Morana

Emma, occhi color miele e 23 anni appena compiuti. Il suo più grande sogno? Diventare una scrittrice di successo e conoscere William L. L’uomo che con le sue parole l’ha accompagnata durante tutta la sua adolescenza. Un uomo che è riuscita ad incontrare solo una volta nella sua vita, quando era ancora un ragazzo e che le ha permesso di creare col padre non più in vita un legame indissolubile. Ma cosa accadrà quando 13 anni dopo il loro primo incontro, Emma avrà l’opportunità di lavorare per William? L’uomo che ha sempre idealizzato sarà davvero quel angelo del paradiso che crede da tutta la vita? O quell’opportunità si trasformerà ben presto nel suo inferno personale? Vieni a scoprirlo tra le pagine di ” Emma – la ragazza dagli occhi felici”, spin-off del romanzo “Un grosso bellissimo sbaglio”.

Emma è una ragazza molto carina e semplice, ha da sempre la passione per la lettura e per la scrittura, passioni che però dopo la morte del suo amato papà ha un po’ trascurato. Tra Emma e suo padre c’era uno splendido rapporto, lui le aveva anche regalato una meravigliosa macchina da scrivere Olivetti che lei conserva come una reliquia. L’autore preferito di Emma è, proprio quello che diventa il coprotagonista di questa storia, William L., giovanissimo autore di best seller, direttore di uno dei più famosi giornali americani, molto bello, affascinante e ammirato da tutti.

Emma quando era adolescente ha convinto il padre ad accompagnarla a un firma-copie di questo giovane autore e da quel momento il suo grande sogno è diventato quello di poter lavorare per lui visto che per lei è un vero e proprio idolo.

Quando, ormai ventitreenne e prossima alla laurea, finalmente riesce a diventare l’assistente personale del famosissimo William L. la nostra giovane ed entusiasta protagonista stenta quasi a crederci.

Qualcosa però, sin dal primo momento, sembra diverso dal sogno che Emma ha sempre desiderato si avverasse, William non è quello che il mondo pensa che sia.

Oltre quell’immagine di uomo fantastico che si è costruito si nasconde un ragazzo all’apparenza glaciale e disinteressato, che vive rintanato nella sua stanza nella quale nessuno può osare entrare.

In realtà è una persona molto fragile, spesso incapace di gestire le situazioni e le emozioni, un ragazzo che spesso sfugge davanti alle responsabilità e che ha un vero e proprio terrore folle di affezionarsi alle persone per paura di soffrire.

Tutto questo William lo nasconde molto bene dietro una maschera di menefreghismo e apparente superficialità che però lo rende davvero odioso.

Il primo giorno di Emma al giornale è abbastanza traumatico e, anche se la sua simpaticissima collega cerca di spiegarle tutto ciò che l’aspetta, la nostra protagonista di ritrova catapultata dentro quello che le sembra un brutto sogno.

«Immagino che ora mi toccherà dirti qualcosa in più su di lui. Possiamo dire che William è una sorta di mostro senza cuore, freddo e distaccato. Ama umiliare, far piangere e torturare le sue assistenti.» passò il suo sguardo sull’espressione terrorizzata di Emma «Oh, ma non preoccuparti dopo un po’ ti farai scivolare tutto addosso. Tornando a noi, sappi che potrebbe chiamarti anche nel bel mezzo della notte, ma oltre ad essere sottoposta a queste cattiverie avrai anche l’opportunità di viaggiare molto. Ha parecchie casa sparse in giro per il mondo, ma preferisce soggiornare in hotel lussuosi. E questa è la parte che ti piacerà di più.»

[…]

«Le tue mansioni sono semplici» stava continuando a dirle Andy «Hai solo alcune regole da rispettare.» le porse una lista che Emma lesse attentamente.

-Non fare domande

-Non contraddirlo

-Non dirgli di cambiare vita.

Nonostante gli atteggiamenti scostanti e spesso molto maleducati di William, resistere al suo fascino non è facile e a volte Emma si ritrova a fantasticare su loro due, specialmente quando è costretta ad accompagnarlo a Parigi, del resto è noto a tutti che Parigi è considerata la città dell’amore e dopo un lungo viaggio da New York fino al vecchio continente è quasi naturale sognare ad occhi aperti, anche se purtroppo, troppo spesso, William distrugge i sogni di Emma e la ferisce.

Sophia rise «Ci scommetto tutto il mio patrimonio, che tu hai una gigantesca cotta per quell’uomo.»

«Oh smettila!» le rispose scoppiando a ridere insieme.

Non aveva assolutamente una cotta per il suo capo. Senza dubbio. Era ovvio.

O almeno così credeva.

Tra ricatti, gelosie, segreti e apparenze si snoda un racconto coinvolgente che cattura i lettori e li fa immedesimare in questa ragazza coraggiosa e testarda che sembra essere la prima e l’unica persona la mondo che riesce a tenere testa al noto scrittore pieno di sé e convinto di poter decidere tutto per tutti. Proprio il carattere forte e determinato di Emma la rende un personaggio da ammirare e nel quale è proprio semplice immedesimarsi. Per quanto riguarda William posso solo chiedervi di non essere troppo duri nel giudicarlo, è un giovane uomo che ha avuto un passato difficile e che ha provato a costruirsi una corazza per non soffrire più, facendo però così molti sbagli. Chissà se un bel paio d’occhi color miele riusciranno a sciogliere il ghiaccio che ha fermato il suo cuore. Per scoprirlo non vi resta altro da fare che leggere questo bel libro di Roberta Schettino che ci racconta con un linguaggio fresco e genuino una storia che è davvero dolce e sincera.

Questa giovane autrice ci parla con il cuore e con una semplicità non comune da trovare in giro, niente inutili giri di parole per parlare di Emma e William ma solo la capacità di farci battere il cuore e sperare in un lieto fine.

Roberta Schettino è una giovanissima scrittrice napoletana, nata nel 1996. Studia lingue, culture e letterature delle Americhe presso l’Orientale di Napoli e questo è già il suo secondo romanzo.

Condividi:

Be the first to comment

Rispondi