Recensione: “Karma City” di Massimo Bisotti

Karma City

Massimo Bisotti

Editore: HarperCollins Italia

Anno edizione: 2019

Pagine: 422 p., Brossura

EAN: 9788869055072

Link di acquisto:

https://amzn.to/2uTAAtW

Recensione a cura di Rossana Bizzarro

Cosa faremmo se ci venisse offerta l’opportunità di cambiare vita, di ripartire da zero? Amanda, Mary Jane, Sarah, Joy, Robin, Yuki, Zac e Sasha hanno tra i venticinque e i quarant’anni e ognuno di loro ha una sua storia particolare. Zac ha una discoteca di successo e gli è appena stata diagnosticata una brutta malattia. Amanda è una milionaria famosa sui social ma sente di aver costruito solo rapporti superficiali. Sasha è un tatuatore che fa anche il ghost writer, soffre per i mancati riconoscimenti e di notte va a disegnare meravigliosi graffi ti sui muri della sua città. Mary Jane è una scrittrice che ha perso l’ispirazione e non riesce a trovare l’amore… Tutti e otto sono accomunati da una cosa: sono insoddisfatti della loro vita. Per questo accettano la proposta, che viene da uno psicologo conosciuto online, di abbandonare la loro esistenza quotidiana e trasferirsi su un’isola bellissima e appartata che possa offrire loro la possibilità di ricominciare. Qui, assieme ad altri giovani, potranno vivere un nuovo inizio in un luogo capace di riportare l’anima in contatto con la sua parte più vera. Passano i mesi, si creano legami, amori, amicizie. Ma qualche tensione comincia a scuotere il gruppo. È possibile che non sia tutto perfetto come sembra? Forse il sogno di un luogo ideale è soltanto un’illusione… A due anni e mezzo di distanza dal precedente romanzo, Massimo Bisotti torna con un nuovo straordinario libro capace, con il suo stile inconfondibile, di raccontare il mondo di oggi e quanto di unico è nascosto nelle profondità del cuore umano. Bisotti scende negli abissi delle nostre emozioni, e, con Karma City, restituisce ai lettori l’amore, il dolore, la debolezza e la forza degli esseri umani, con una scrittura che in ogni pagina colpisce la mente e il cuore.

Forse la vera felicità è racchiusa all’interno della paura più profonda, si rintana laggiù convinta di essersi nascosta bene, di essere davvero al sicuro.

Karma City, libro scritto da Massimo Bisotti, è un romanzo coinvolgente, ricco di sorprese, che conquista il lettore catapultandolo in una storia intrisa di segreti, bugie, rancori, apparenza e voglia di raggiungere quella felicità tanto desiderata.

I temi trattati dall’autore sono molteplici e attuali: da una lato la “dipendenza” dal web, dai social, la soddisfazione nel sentirsi apprezzati e ammirati e l’angoscia e la tristezza nell’avvertire il contrario, la solitudine, il desiderio di vendetta.

Dall’altro lato vi è la riscoperta di se stessi, la voglia di vivere e accettarsi per come si è realmente e non per come gli altri vorrebbero.

Ognuno di noi ogni mattina al risveglio si veste di un ruolo. Vuole dimostrare di esistere, in ogni modo possibile. Vuole scioccare. A sua volta ha un bimbo interiore, vivo e innocente, rimasto scioccato e desideroso di liberarsi del suo shock.

Ad un gruppo di ragazzi viene offerto un invito da parte di uno psicologo conosciuto online: trasferirsi su un’isola di cui nessuno sa nulla, per cercare di iniziare una nuova vita. Come regola di base c’è quella di non fare domande, di non chiedere dove ci si trova esattamente.

Un po’ alla volta tutti i ragazzi si incontrano, instaurano dei legami tra di loro, amicizie, amori. Ognuno di loro però nasconde qualcosa avvenuto nel loro passato e che condiziona il loro presente e di conseguenza anche il futuro.

Tutti arriveranno a comprendere che bisogna affrontare il passato per poter aspirare ad una vita più serena e soprattutto per vivere in pace con se stessi.

Tutto ciò che mettiamo nella vita degli altri ritorna nella nostra.

Ogni personaggio della storia ha un ruolo fondamentale all’interno della narrazione. Viene presentato dall’autore in modo preciso, dettagliato ed è delineato perfettamente in tutti gli aspetti, particolarmente in quello psicologico e caratteriale.

Massimo Bisotti descrive i loro pensieri, emozioni, dubbi e paure minuziosamente, per cui è impossibile per il lettore non percepire le loro stesse sensazioni e non lasciarsi travolgere dalla narrazione.

Amanda è una ragazza con grandi possibilità economiche, ma priva di affetti sinceri. Sa benissimo che chi le sta intorno lo fa solo per i suoi soldi.

Mary Jane e Sasha sono legati dal fatto di avere una sorella più piccola: la madre di lei e il padre del ragazzo si sono innamorati, lasciando i loro rispettivi compagni. Sasha non ha mai perdonato Mary Jane, come se fosse lei la causa di tutto e quindi ha sempre cercato di danneggiarla, accusandola di tutto ciò che di infelice accadeva nella sua vita.

Mary Jane è una scrittrice, che però non riesce più a trovare la sua ispirazione, anche a causa di qualcuno che cerca di screditarla in ogni modo.

Joy è una ragazza cresciuta con la nonna, con le sue regole e nasconde un segreto che a volte è così pesante da non riuscire quasi a sopportarlo.

Sarah è una giovane che soffre per la mancanza di un rapporto affettivo con la madre, che la accusa della morte del fratello. È una ragazza ferita in cerca della sua felicità.

Yuki è una giovane donna dagli occhi a mandorla, molto bella, sensuale, dolce. Da piccola è stata vittima di prese in giro e dicerie varie soprattutto da parte di Zac. Lei è cresciuta con questo dispiacere dentro, e nonostante ciò, riesce anche a perdonare il ragazzo.

Zac, da parte sua, gestisce un pub, è uno che dà importanza all’apparenza senza curarsi troppo di andare oltre.

Ciascuno di questi personaggi ha una personalità diversa dagli altri, un modo di affrontare i problemi e la vita stessa in maniera differente. Tutti intraprenderanno un viaggio interiore che li porterà a capire quali siano davvero le cose importanti, di chi potersi fidare effettivamente e cosa invece allontanare per essere felici.

Tu crei il tuo karma attraverso ogni tuo gesto, ogni pensiero, ogni azione, e i tuoi gesti, i tuoi pensieri e le tue azioni definiscono chi sei e gettano le basi per la tua attuale condizione e per la condizione nella quale ti troverai in futuro. Nessuno è mai del tutto responsabile della nostra infelicità.

L’autore mostra la sua predilezione per la cura dei dettagli e dei particolari anche nella descrizione dei luoghi, soprattutto di questa città, Karma City, apparentemente così perfetta, tranquilla, dove ognuno può appunto trovare il proprio karma. Una città in cui si ha il tempo di riflettere, di pensare agli errori fatti, al percorso fatto fino ad ora e ai motivi per cui ci si trova lì.

Non si può fare a meno di mettersi a nudo di fronte agli altri, di mostrare le proprie debolezze, di rivelare ciò che opprime.

La città è come prima cosa lo specchio di chi la vive. Esiste perciò come prima cosa la città abitata dai sogni dei suoi cittadini.

Attraverso uno stile fluido, garbato, dal lessico semplice e ben curato l’autore dà vita ad un intreccio intrigante, trascinante.

Il messaggio importante che trapela dalle pagine di questo sorprendente romanzo è che spesso ci si illude di potersi lasciare il proprio passato e le proprie emozioni alle spalle, ricominciando magari altrove.

In realtà non è mai così, perché possiamo allontanarci da un luogo ma non da ciò che proviamo o abbiamo provato

Non siete voi a potervi permettere di sbarazzarvi dei vostri ricordi. Sono loro a stanarvi quando meno ve lo aspettate. E vi assicuro che non serve nascondervi, né qui, né in nessun altro luogo.

Per stare bene ovunque bisogna stare bene con noi stessi.Il karma lo porti con te ovunque tu vada. È la tua valigia di ogni momento, contiene lo spettacolo emotivo della tua vita e probabilmente non solo della tua

Massimo Bisotti

Massimo Bisotti è nato e vive a Roma, ha studiato Lettere, suona il pianoforte ed è appassionato di psicologia. Dice di sé di avere iniziato a scrivere perché le sue parole rimarginassero le ferite e si chiudessero in cicatrici. Nel 2012 ha pubblicato il suo romanzo di esordio La luna blu (prima edizione Psiconline, seconda edizione 2013 Ultranovel), che è stato uno dei casi editoriali dell’anno. Il successo è stato confermato dal romanzo seguente, Il quadro mai dipinto (Mondadori 2014). Nel 2016 è uscito Un anno per un giorno (Mondadori).

Condividi:
error

Be the first to comment

Rispondi