Recensione: “Linea di sangue” di Angela Marsons

Linea di sangue

Angela Marsons

Traduttore: N. Giuliano
Editore: Newton Compton
Collana: Nuova narrativa Newton
Anno edizione: 2019
Pagine: 381 p., Rilegato
EAN: 9788822730275

Recensione a cura di Antonella Punziano

Quando la polizia ritrova il cadavere di un’assistente sociale uccisa da un’unica letale coltellata, tutto fa pensare a una rapina andata male. Ma la detective Kim Stone è convinta che qualcosa non torni. Pochi giorni dopo, una tossicodipendente della zona viene ritrovata uccisa nello stesso identico modo. L’istinto di Kim le suggerisce che dietro ci sia la mano dello stesso assassino. Eppure non c’è niente a collegare le due vittime, a eccezione dell’inquietante precisione con cui sono state uccise: una singola coltellata. Mentre Kim è alle prese con il caso, un fantasma del suo passato torna a farle visita con un’inquietante lettera che riapre antiche ferite, ancora non del tutto cicatrizzate. Se vuole davvero fermare l’assassino prima che il numero delle vittime cresca, dovrà rimanere vigile per districarsi nella fitta rete di intrighi e di bugie che le si sta stringendo attorno… anche se significa mettere in grave pericolo la sua stessa vita.

“La dottoressa Alexandra Thorne era seduta alla scrivania che divideva i due letti singoli. Aveva reclamato per sé la proprietà di quel tavolo quadrato”

Inizia così il nuovo romanzo della Marson, a riallacciare le fila di una storia che i lettori potevano, a buon ragione ritenere conclusa.

Nel dipartimento di polizia di Halesowen, la squadra di Kim Stone deve mettere da parte l’entusiasmo per un caso brillantemente risolto, per risolvere il caso di un omicidio di una rispettabile assistente sociale uccisa nella notte nella sua auto in sosta. Mentre le indagini, appena avviate, ruotano attorno alla famiglia un nuovo cadavere viene scoperto, ma nulla sembra legare il primo assassinio a quello di una giovane tossicodipendente, ad eccezione del modus operandi.

Per capire chi si cela Kim e la sua squadra dovranno indagare nel passato delle vittime e scoprirne altre.

Protagonista indiscussa del libro è ancora una volta la detective Kim Stone, giovane ma allo stesso tempo risoluta, a volte scontrosa altre generosa, precisa e metodica sul lavoro, ma con un vuoto ed una sofferenza interiore che ne fanno un personaggio unico e umano.

Ad accompagnarla una squadra formidabile, in primis Bryant, compagno sempre presente e suo alter ego: all’impulsività Kim è impulsiva, si contrappone la calma e la razionalità di Bryant, che, con il suo modo di fare, riesce a conquistarsi la fiducia e la stima indiscussa che la nostra protagonista sembra aver negato a tutti gli altri.

E poi ci sono Stacy timida ma preziosissima perché da un computer riesce a cogliere sempre i dettagli essenziali per la risoluzione del caso, e Kev impulsivo ed insicuro ma con una grande voglia di mostrare il suo lavoro e quindi altrettanto prezioso per la squadra.

Le indagini riportano riporta a galla drammi famigliari passati: tutti sembrano avere qualcosa da nascondere, qualcosa che potrebbe aiutare a risolvere un caso che da subito appare molto complesso.

A rendere più difficile le indagini, riemerge un personaggio dal passato di Kim, Alex Thorne, la psicologa sociopatica che avevamo incontrato nel precedente libro. Alex è la nemesi di Kim, decisa, anche dal carcere, a complicarle la vita, non solo per vendetta ma per puro compiacimento.

Il lettore si trova così a fare in conti con due storie parallele, diverse ma ugualmente affascinanti e coinvolgenti.

Ad attrarre il lettore c’è, quindi non solo la storia che ruota intorno agli omicidi che la squadra investigativa deve risolvere, ma anche le trame ordite da Alex ed i personaggi che lei chiama in causa nella sua personale vendetta.

La psicologa ci consegna un’altra fetta del passato di Kim Stone e un personaggio che ha condizionato irrimediabilmente la sua vita e le sue scelte: sua madre, una donna malvagia, che, grazie ad Alex, ritorna prepotentemente nel presente della detective, riaprendo antiche ferite e vecchi dolori.

Kim sarà costretta a riaprire i conti con passato che ha cercato a tutti i costi di dimenticare ma che ora non può più evitare così come non può evitare: l’incontro con sua madre.

”Poteva farlo davvero? Si chiese. Poteva trovarsi così vicino a quella donna senza farle fisicamente del male? Poteva trattenere l’odio ed il rancore per scoprire cosa sua madre avesse di tanto prezioso per lei?”

Alexandra Thorne si rivela una degna rivale di Kim, l’unica che riesce in qualche modo a tenerle testa e intimorirla, ma con un punto debole: non riesce provare emozioni e ciò limita la sua capacità di prevedere tutte le azioni quando agite con sentimento.

Ecco l’elemento che non prevedi mai nei tuoi piani. Le emozioni. Dal momento che non ne provi non sei nemmeno capace di immaginare come possano influenzare le azioni degli altri

La descrizione degli strumenti psicologici utilizzati da Alex è un dettaglio particolarmente caratterizzante del libro, e ci regala un piccolo manuale sull’arte della seduzione della manipolazione.

Linea di Sangue si presenta con un thriller di altissimo livello in cui ogni pagina è ricca di suspence e colpi di scienza che mantengono la tensione del lettore sempre elevata. Ogni capitolo fornisce gli elementi chiave per la prosecuzione per l’indagine coinvolgendo il lettore nel gioco investigativo e nella formulazione delle ipotesi che portano alla soluzione del caso.

ANGELA MARSONS

Il suo primo thriller Urla nel silenzio (Newton Compton, 2017), è diventato un bestseller internazionale ai primi posti delle classifiche anche in Italia. La serie di libri che vede protagonista la detective Kim Stone prosegue con Il gioco del male (Newton Compton, 2016), La ragazza scomparsa (Newton Compton, 2017), Una morte perfetta (Newton Compton, 2018)e Linea di sangue (Newton Compton, 2019). Vive nella Black Country, in Inghilterra, la stessa regione in cui sono ambientati i suoi thriller. I suoi libri hanno già venduto più di 3 milioni di copie.

[ATTENZIONE! Siamo affiliati ad Amazon, cliccando sui link e acquistando qualunque cosa verrà percepita una commissione per un massimo del 10% che Amazon pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che verranno utilizzati per comprare libri ed alimentare il blog

In cooperazione con Amazon.it
Condividi:
error

Be the first to comment

Rispondi