Recensione: “Micropolis” di Giuseppe Milisenda

Cari lettori, oggi vi presenterò una favola ecologista per ragazzi, ma che è interessante anche per un pubblico più adulto.

Micropolis

Giuseppe Milisenda

Editore: Dark Zone
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 29 maggio 2019
Pagine: Brossura
EAN: 9788899845742

Recensione a cura di Giulia Capacchietti

Fotone è un Xsmalls, una creaturina che vive nella città di Micropolis, che si trova nascosta in un laboratorio scientifico umano. Da lì, insieme ai suoi amici e ai suoi fratelli, Fotone osserva gli esperimenti quotidiani che portano avanti Franco e Latina, due giovani scienziati che amano il mondo, la natura e il progresso. Purtroppo, però, il laboratorio è gestito dal perfido dottor Daniel, che si allea con una creatura millenaria, potente e minacciosa, Sumuabun, per conquistare il mondo. Toccherà ai piccolissimi Xsmalls aiutare Franco e Latina a contrastare il terribile piano del dottor Daniel. E per farlo ricorreranno alle armi più potenti che esistano: l’amore, l’amicizia e il rispetto per l’ambiente.

Protagonisti di questa affascinante favola sono gli Xsmalls e alcuni giovani scienziati, che hanno a cuore il bene della terra. Anche in questa favola c’è il cattivo, nella figura di Simuabum, un essere millenario, un Annunaki, che con i suoi simili ha trasmesso alla razza umana tutto il suo sapere. Ma non tutto è come sembra.

Il romanzo è affascinante, l’autore immagina la presenza degli Xsmalls, esserini minuscoli che condividono lo spazio con gli uomini e di cui osservano le gesta. Ma i ragazzi Xsmalls sono come tutti i ragazzini del mondo, curiosi, birichini, intraprendenti e coraggiosi, e così Fotone e i suoi amici vivranno un’avventura ricca di colpi di scena, di rocambolesche azioni, di emozionanti risvolti, insieme ai nuovi amici umani, Franco, Latina, Maria e Giovanni.

Il romanzo è scritto veramente bene e la storia è affascinante, ed è godibile da un pubblico adulto oltre che dai ragazzi a cui è indirizzato.

Come detto, si tratta di una favola ecologista. L’autore punta il dito contro la razza umana che sta distruggendo il pianeta, e i cui effetti si fanno sentire anche nella galassia.

È trattato, quindi, un tema attualissimo. Si parla tantissimo oggi di inquinamento atmosferico, di danni all’ecosistema e alla possibilità che il nostro pianeta stia andando incontro ad una nuova era di estinzione di massa. E tutti questi temi sono trattati con leggerezza, ma non banalmente, dall’autore che cerca di sensibilizzare il lettore ad una consapevolezza maggiore del potere che l’uomo ha sull’ambiente.

Naturalmente un altro tema centrale del libro è l’amicizia, grazie a cui i nostri eroi non si perdono d’animo e non soccombono alle avversità ma con coraggio riescono a reagire contro coloro che li considerano un pericolo.

I personaggi del romanzo sono di vari, gli Xsmalls, gli umani e gli Anunnaki, ma tutti sono coraggiosi, leali e soprattutto umili.

L’autore è riuscito a descrivere in maniera esemplare come in fondo l’uomo non è così cattivo e insensibile, ma molti sono in grado di amare e sono pronti a lottare contro l’inquinamento e la devastazione che inconsapevolmente l’uomo ha procurato.

È un libro da leggere, quindi, a qualsiasi età, dai ragazzini per renderli consapevoli di un problema grave che affligge la terra, ma anche dagli adulti che sono già consapevoli di quello che sta accadendo o al contrario sono ancora scettici e con questa lettura possono aprire gli occhi e cominciare a riflettere. Certo è una favola, ma in quanto tale ha tutte le carte in regola per dare una scossa al lettore che si troverà a riflettere su quanto di questa favola corrisponde a verità.

Mi complimento con Giuseppe Milisenda per aver scritto questa magnifica avventura, e ovviamente aspetto con curiosità le successive gesta dei piccoli Xsmalls e dei loro amici umani!

Condividi:
error

Be the first to comment

Rispondi