Recensione: ” Prenditi cura di me” di J. L. Drake

Cari lettori, oggi leggeremo un libro bello e appassionante in cui il termine amore viene analizzato in tutte le sue forme: appassionato, forte, intenso, geloso, morboso…

Prenditi cura di me. Broken trilogy

 J. L. Drake

Traduttore: Carla De Pascale
Editore: Newton Compton Editori
Collana: Anagramma
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 6 febbraio 2020
Pagine: 224 p., Brossura
EAN: 9788822741103

Recensione a cura di Maria Ruggieri

Savannah ha intenzione di riprendere il controllo della sua vita. Si è stancata di tutte le bugie e i tradimenti e questa volta non si lascerà intimidire. Ma più cerca di trovare la sua strada e più i fantasmi del passato sembrano farsi insistenti, ricordandole i traumi che hanno rischiato di spezzarla. 
Savannah si aggrappa con tutte le forze al suo precario equilibrio, decisa a guardare avanti, grazie anche all’aiuto di Cole Logan, l’uomo che sta facendo di tutto per dimostrarle la forza dei suoi sentimenti.
Basteranno la determinazione di Savannah e l’amore di Cole a dissipare tutte le ombre?

Con questo romanzo si chiude l’appassionante trilogia Broken.

Il racconto prosegue da dove è terminato il precedente capitolo e Savannah continua a raccontare la sua storia in modo intenso, vero, chiamando le cose con il loro nome e guardando in faccia la realtà.

Mentre cerca di riprendere in mano la sua vita si rende conto che non riesce a lasciarsi alle spalle i traumi, i dubbi, le paure che si porta dietro sin da ragazzina.

Dicono che il tempo guarisca tutte le ferite, ma dimenticano di aggiungere che il viaggio per arrivare alla meta è dannatamente tortuoso.”

Troviamo una ragazza che ha vissuto una vita in cui le è mancato tutto e che è stata tradita nel modo più infido dalle persone che più amava.

“A ventinove anni ho la sensazione di non aver mai vissuto per davvero. La mia vita finora non è stata altro che una montagna di bugie, perdite, morti, tradimenti e delusioni profonde.”

Pensa di aver superato il periodo più buio della sua vita e decide che finalmente è ora di voltare pagina, di superare ogni cosa e raccogliere quello che rimane di se stessa.

Così lascia la casa sicura e Cole Logan, il colonnello de “le Ombre” che ama in modo appassionato e indiscusso, e va a vivere da sola.

Trova un lavoro e inizia ad avere un’apparente vita normale.

Ma il suo grande amore, anche a distanza, la segue e la protegge perché sa che Savi non è ancora abbastanza forte. E quando le crisi di panico tornano lui è sempre pronto ad accorrere.

Impariamo ad amare anche questo personaggio forte e tenebroso, che incarna il grande amore, l’amore perfetto, sempre pronto, sollecito, attento alle necessità della ragazza indifesa.

Man mano che il suo amore per Savannah matura, anche Cole cambia. E deve farlo per forza se vuole conservare l’amore della sua donna che, ad ogni costo, vuole essere indipendente e non vuole essere soffocata.

La sua fragilità, però, è ancora troppo forte perché ancora non ha chiuso i conti con il passato.

“Ancora non ho accettato l’idea che la mente che si nascondeva dietro il mio rapimento fosse la mia migliore amica, e che aveva una relazione con mio padre e contemporaneamente con un altro uomo che per me era come uno zio.”

Savannah sa bene che la sua vita prima del terribile episodio è stata solo una farsa, perché tutti l’hanno tradita e ingannata. Si preoccupa di tutto, teme i suoi sentimenti, non vuole cedervi, anche se sa che non può farne a meno.

“Smettila di preoccuparti di come dovresti sentirti, abbandonati alle tue sensazioni e basta. La vita è troppo breve per rimanere a galleggiare, perciò lasciati affondare un po’ e vivi davvero.”

Per vivere davvero, però, Savi deve prima chiudere i conti col passato.

E ben presto non avrà altra scelta che affrontare i fantasmi che si porta dentro.

Si accorge che nonostante tutto ama Cole più di quanto voglia ammettere. Non può stargli vicino senza bruciare d’amore, senza pensare a quello che avevano insieme e a quello che vorrebbe ancora avere con lui.

Ha provato a lasciare tutto quello che lo riguarda ma da sola si sente incompleta e ancora più fragile.

E così finalmente decide di cedere, cede al suo amore per Cole.

Lui, d’altro canto, non si oppone al richiamo che sente per la sua Savi e che non l’ha mai abbandonato. Solo con lei lui si sente a casa, si sente bene e riesce ad allentare la pressione del suo lavoro.

Da soli non sono niente, ma insieme sono una cosa sola.

Entrambi hanno bisogno di sopravvivere al passato, non possono vivere separati ma hanno bisogno di trovare un compromesso per non soffocarsi a vicenda.

L’evoluzione che la loro storia d’amore vive è quasi naturale, anche se non del tutto scontata e lascia il lettore incatenato alle pagine, da cui trasuda la passione repressa e che poi si fa spazio fra tanto dolore.

“Quando ho lasciato le Ombre mi è stato comunque impossibile allontanarmi da tutto, perché la mia famiglia è qui. Com’era il modo di dire? La casa è dove si trova il cuore, ed è qui che vuole restare il mio.”

Materiale fornito dalla Casa Editrice

Condividi:

Be the first to comment

Rispondi