Recensione: “Prima regola: non innamorarsi” di Felicia Kingsley

Cari lettori oggi vi presentiamo l’ultimo fantastico romanzo di Felicia Kingsley. Una nuova strepitosa storia che questa volta si tinge di un pizzico di giallo.

Prima regola: non innamorarsi

 Felicia Kingsley

Editore: Newton Compton Editori
Collana: Anagramma
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 1 giugno 2020
Pagine: 416 p., Rilegato
EAN: 9788822739261

Recensione a cura di Rossana Cavaliere

Silvye ha ventisette anni, una madre asfissiante e sogna solo una vita normale, con un lavoro normale. Ma la verità è che la sua vita è tutto meno che normale perché… è una truffatrice. Sì, una truffatrice, figlia di una truffatrice che l’ha istruita alla perfezione nell’arte del furto e dell’inganno. Ci sono solo due cose che Silvye non deve fare: mangiare carboidrati e innamorarsi. A lei, le regole proprio non piacciono: ok vivere senza innamorarsi, ma non senza carboidrati! C’è invece una persona a cui le regole piacciono moltissimo: Nick Montecristo, affascinante ladro-gentiluomo e astuto genio dell’arte. È un abile stratega, impermeabile ai sentimenti, e non ha mai fallito un solo incarico. Nick e Silvye sono i prescelti da un ricco ed eccentrico collezionista, per mettere a segno un colpo sensazionale. Peccato che i due si detestino e abbiano qualche conto in sospeso da regolare. Lei è fuoco, lui è ghiaccio. Impensabile lavorare insieme, impossibile dire di no al colpo. Riusciranno Nick e Silvye a passare da rivali a complici, ed evitare che una fastidiosa quanto imprevista attrazione tra loro complichi le cose? Ma sì, in fondo sono due professionisti, basterà rispettare una sola regola…

Una piacevole e scorrevole lettura, una fantastica avventura che, tra raccolta di indizi ed enigmi da risolvere, porta il lettore a visitare cinque meravigliose città italiane e ci presenta due protagonisti molto diversi tra di loro che impareremo presto ad amare.

Lui, Nick Montecristo, noto come il Chirurgo è acuto e metodico, pianifica tutto nei minimi dettagli e usa il suo sapere per risolvere gli indizi.

Devo essere stato un gatto in altra vita perchè a trentadue anni, ho già vissuto otto volte: guida turistica abusiva, ricercatore universitario, falsario gestore di una bisca clandestina, detenuto, ricercato, fuggitivo e oggi ladro su commissione. Me ne resta una di vita.  Mi chiamo Nick Montecristo.

Il Chirurgo è il nome con cui sono noto nell’ambiente dovuto al mio modo di operare puntuale preciso e pulito.

Lei, Silvye, nota come la Gazza Ladra, al contrario, è un’amante dell’improvvisazione, è sbadata pasticciona e perennemente in ritardo, ma anche pericolosamente sexy. Lei odia i tacci alti ed i perizomi, ama camminare scalza su una spiaggia, mangiare un pezzo di pizza unta o vivere in pigiama con i pantaloni infilati nei calzini.

Ma sono costretta a indossare tacchi e perizoma perchè, nel lavoro che faccio, la mia immagine è responsabile al settanta per cento del risultato.

Personaggi così diversi sembrano destinatati a non incontrarsi mai fino a quando non gli viene affidato un lavoro per il quale servono le qualità di entrambi: il recupero del diario di Casanova.

Un avventuroso viaggio sull’incredibile e fantastico Orient Express: l’avventura inizia da qui, dove il lettore si troverà a scoprire i primi indizi e a conoscere i dettagli dei due ladri chiamati a portare a termine l’obiettivo.

Avevi detto che tu vivi di rischio, io vivo di rischio e che insieme il rischio raddoppierebbe. E se invece si dimezzasse.

Ognuno di loro ha dei lati nascosti, lati che però pin piano consoceremo e ci spiazzeranno per il contrasto con la loro personalità a volte ambigua. A Vienna, sulla ruota panoramica del Prater, scopriremo, così, il lato romantico di Nick.

Hai escogitato la strategia migliore per farti ascoltare perchè, anche volendo, non potrei andare da nessuna parte.

Lo ammetto, è un sequestro di persona di classe, ma un sequestro.

Altri personaggi entrano a far parte di questo libro: tra questi la madre di Sylvie che con il suo carattere forte, cercherà di ostacolare in tutti i modi l’intesa che gradualmente si instaura tra Nick e Silvye, a favore della carriera della figlia.

Guarda in faccia la realtà: alle persone come noi non capitano le favole a lieto fine.

Che persone siamo noi?

Quelle che vedono il mondo per quello che: c’è sempre qualcuno che sfrutta e qualcuno che viene sfruttato, non una fiera dei sentimenti a buon mercato. Fai la cosa giusta e falla per te: prendi quel tesoro e mettiti al sicuro prima che lo faccia lui, lasciandoti con un pugno di mosche e il cuore a pezzi.

Ricordati sei una gazza ladra, nessuno può metterti in gabbia.

Tra battute e schermaglie, romanticismo e suspence e incredibili avventure che terranno il lettore con il fiato in sospeso, ci ritroveremo divorare le pagine di un libro che ben si concilia con le calde giornate di giugno.

Un stile brioso e frizzante che rende la lettura piacevole e accattivante.

Anche in questo romanzo, un pò diverso dal solito stile dell’autrice, vediamo il suo modo semplice e divertente di intrattenere il lettore con una fantastica storia d’amore unito ad una fantastico giallo.

Materiale fornito dalla Casa Editrice

Condividi:

Be the first to comment

Rispondi