Review Party: “Blind Kiss” di Irene Pistolato

Amici lettori buongiorno,
oggi vi propongo un romanzo carico di romanticismo e dolcezza, quella dolcezza che solo chi è davvero innamorato riesce a mostrare.
Sto parlando di Blind Kiss di Irene Pistolato, una storia che parla di sport, di obiettivi, di fatica e ovviamente, poteva mai mancare l’amore? Certo che no!
E allora, buona lettura!

Blind Kiss

Irene Pistolato

Recensione a cura di Rossana Bizzarro

Per Giacomo Martini il nuoto è tutta la sua vita.
Arrivato in Florida grazie a una borsa di studio per meriti sportivi, deve faticare più di altri per conciliare studio e sport. Le sue giornate seguono delle rigide regole, non esce spesso e non ha tempo per le feste. Quando, però, si trova a una di queste, cade subito vittima di uno stupido scherzo. Viene rinchiuso in uno stanzino, bendato e con i polsi legati. C’è una sola regola da rispettare: baciare la prima ragazza che lo trova.
Isabelle Ross ha una cotta per Giacomo dalla prima volta che l’ha visto al campus, ma non ha mai avuto il coraggio di avvicinarsi per paura di un suo rifiuto. Appena scopre che è proprio lui la vittima designata della serata, prende il coraggio a quattro mani ed entra nella stanza con l’intenzione di liberarlo. Quando Giacomo le chiede quel bacio, tentenna per un istante prima di cedere. Non può sprecare l’unica occasione che avrà per baciare il ragazzo che adora.
La sua voce, il profumo, quei baci fanno perdere la testa al nuotatore italiano che vuole scoprire chi ha di fronte. Isabelle, presa dal panico, fugge prima che possa liberarsi per paura di leggere delusione nei suoi occhi.
Può un bacio dato a una sconosciuta sconvolgere a tal punto da non pensare ad altro?

Omnia vincit amor et nos cedamus amori.

L’amore vince su tutto, arrendiamoci anche noi all’amore.

Può l’amore distogliere l’attenzione dai propri obiettivi, dalle proprie passioni? Può mettere in pericolo e in discussione tutto ciò che si è ottenuto con la fatica, la determinazione e i sacrifici?

Assolutamente no.

La sveglia suona alle cinque in punto, come ogni mattina da quando ho messo piede al Tech. Sono arrivato dall’Italia con una borsa di studio che ho ottenuto grazie ai miei meriti sportivi. Il nuoto è la mia vita, la vasca è la mia casa e, anche se a volte è dura conciliare tutto, sono soddisfatto di quello che ho ottenuto solo grazie alle mie forze.

L’amore che Giacomo Martini, nuotatore di grande talento in procinto di partecipare a delle gare importanti, prova per Izzy è qualcosa di troppo bello e unico per rinunciarci.

Ho ancora così tanto da offrirle! Vorrei solo che comprendesse che stando con me non comprometterebbe in alcun modo la mia carriera sportiva, le due cose possono andare di pari passo. Non posso chiedere al mio cuore di non amare solo perché devo dare tutto me stesso in vasca. Non esiste solo il nuoto e l’ho scoperto grazie a lei che mi ha fatto vedere il mondo da un’altra prospettiva.

Izzy è una ragazza timida, introversa, formosa e a volte questo suo aspetto fisico l’ha fatta sentire a disagio, si ostina a nascondere le sue forme con un abbigliamento largo e severo, cerca sempre di passare inosservata e di farsi notare il meno possibile.

Sono stanca di subire, stanca di venire derisa da persone stupide che non sanno nemmeno chi sono.

Da tempo è innamorata dell’affascinante ed inarrivabile Giacomo Martini, lo reputa il ragazzo ideale, bello, atletico, simpatico ma è convinta di non avere nessuna possibilità con uno come lui.

Ed è per questo che quando il giovane mostra interesse per lei, Izzy è sorpresa, sbalordita, non sa se credere alle sue parole o si tratta solo di un gioco crudele, di una scommessa per usarla e metterla in ridicolo.

Le mie insicurezze a volte diventano più forti della ragione, tendo a dare ascolto a loro e non al mio cuore, al mio istinto, e finisco per rimanere scottata.

Giacomo però è testardo, non si arrende facilmente, vuole quella ragazza ed è disposto a tutto pur di conquistare la sua fiducia perché la vita senza lei non è vita, non può vincere nessuna gara se non c’è lei al suo fianco, Izzy è la sua forza, la sua ispirazione.

Riuscirà Giacomo a convincerla della sua sincerità? E lei, si lascerà andare finalmente? L’amore e il dovere potranno convivere senza che l’uno annienti l’altro?

Blind Kiss è una storia emozionante in cui passione, tenerezza, gioia, sensi di colpa e dubbi sono gli ingredienti principali.

I protagonisti sono descritti dall’autrice in modo minuzioso, soprattutto fisicamente e psicologicamente ed è il loro lato emotivo ad essere sottolineato maggiormente. Si crea dunque una forte empatia tra il lettore ed i protagonisti.

Procedendo nella lettura molte sono le sensazioni ed i sentimenti suscitati dal romanzo: rabbia, curiosità, commozione, soddisfazione, delusione, felicità.

Mi presento sul luogo dell’appuntamento con dieci minuti di anticipo, continuo a spostare il peso da un piede all’altro, nervoso. La paura che non possa presentarsi mi sorprende inaspettata. Tiro un sospiro di sollievo non appena la vedo apparire cinque minuti dopo, non si è fatta attendere e gliene sono grato perché non sarei resistito un istante di più. Allungo una mano nella sua direzione e lei la afferra non appena è abbastanza vicina per farlo. Ora è tra le mie braccia, è questo il suo posto, e le nostre labbra si stanno già salutando.

Durante il corso della narrazione, ci si ritrova ad assistere ad una crescita personale dei personaggi, soprattutto per quanto riguarda Izzy, ad una maggiore consapevolezza delle sue capacità, del suo valore e all’accettazione del proprio essere interiore ed esteriore.

In effetti, se all’inizio del romanzo il lettore conosce una protagonista chiusa in se stessa, insicura e schiva, alla fine della storia la ritrova completamente diversa, l’opposto di come era e tutto ciò è merito dell’amore che prova per Giacomo e di quello che lui le dona incondizionatamente.

Arrenditi all’amore, Izzy, non sprecare attimi importanti, non buttare via il tempo che ti è stato concesso.

Diverse sono le tematiche affrontate dalla talentuosa autrice: in primis, naturalmente, l’amore, ma anche la lontananza, lo sport, la famiglia, il rapporto tra genitori e figli e tra sorelle e fratelli, la vendetta, le bugie, il rancore, il tradimento, la difficoltà di accettarsi per come si è realmente.

La maestria e la bravura della Pistolato nel coinvolgere il lettore è evidente immediatamente: infatti, fin dalla prima pagina, ci si ritrova in una realtà fatta di passione, di sogni, di emozioni forti e durature, si è avvolti da un’atmosfera magica e serena.

Lo stile dell’autrice è frizzante, fluido, curato, con quel pizzico di ironia che fa sempre piacere ritrovare. La sua scrittura lineare e semplice rende la narrazione scorrevole e perfettamente comprensibile.

I pensieri e gli stati d’animo di Izzy e Giacomo vengono riportati alternando i vari capitoli, mostrando, quindi, e sottolineando le loro effettive sensazioni, i loro punti di vista e i loro ragionamenti.

Blind Kiss è un romanzo che intriga, ammalia e affascina; dalle sue pagine, inoltre, trapela un messaggio molto chiaro: per quanto siano importanti e validi i nostri obiettivi, non bisogna mai rinunciare alla possibilità di vivere un amore vero e passionale perché esso non rappresenta un nemico o una distrazione, al contrario, può diventare il nostro punto di forza.

Ringrazio quel bacio al buio che mi ha permesso di scoprire cos’è l’amore.

Condividi:
error

Be the first to comment

Rispondi