Segnalazione: “Cinque controsensi”

Buongiorno amici lettori, oggi vi parleremo del libro di Stefano Maria Mantello “Cinque controsensi”, si tratta di una raccolta di racconti di genere  horror/thriller psicologico, con tematiche legate all’esperienza sensoriale.

Cinque controsensi

Stefano Maria Mantello

Illustratore: Paola Penta
Editore: Atene del Canavese
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 1 gennaio 2019
Pagine: 152 p., ill. , Brossura
EAN: 9788897613787

Qual è il segreto celato dietro le terrificanti sculture di Antea Mida? Perché lo scrittore Biagio Lizzani non riesce a rileggere la sua autobiografia? Quale terribile passato nasconde il quadro appeso nella stanza di Giovanna? Chi sono le persone che si sentono piangere e ridere nell’appartamento vuoto accanto a quello di Paolo? Come possono Lucia e Luigi perdersi e non ritrovarsi nella loro stessa camera da letto? I cinque racconti contenuti in questo volume hanno per protagonisti i cinque sensi. Qui però, ogni senso sviluppa una sua controparte, un negativo che si alimenta di ossessioni, segreti, fobie, misteri irrisolti. Cinque sensi e cinque controsensi, dunque, ma non solo. Ciascun racconto, riferendosi ognuno a un senso in particolare, celebra le relazioni tra quel senso e una forma d’arte. In tal modo, i cinque racconti fanno riferimento ad altrettante espressioni artistiche – scultura, letteratura, pittura, musica e cinema – e, allo stesso tempo, a ossessioni feticistiche e suggestioni esoteriche.

Stefano Maria Mantello, nato a Torino , ha vissuto a Dublino, Maastricht e Budapest , per approdare infine in Spagna: dopo avere abitato per qualche tempo a Madrid e a Murcia, si è stabilito a Malaga , dove lavora come professore di italiano e inglese. Para llelamente agli studi universitari (laurea in Lettere con indirizzo critico – cinematografico e Master in Educazione e F ormazione ) , ha lavorato come organizzatore di eventi culturali e ha sviluppato una carriera musicale internazionale come compositore, cant ante e chitarrista , fondando il gruppo folk – prog Eridania – attivo dal 1988 al 2005 – e collaborando con diversi altri gruppi rock di varie tendenze. Recentemente ha composto la musica di sotto fondo per le audioguide del Museo Nazionale del Cinema di Torin o e del Museo Archeologico di Milano . Ha pubblicato alcuni articoli di critica cinematografica e h a partecipato alla produzione d i due cortometraggi di Andry Verga: La iena di San Giorgio (2003) – come attore protagonista – e Victimulion (2015) – attore pr otagonista, autore della storia e sceneggiatore. Cinque controsensi è il suo esordio nella narrativa.


Condividi:

Be the first to comment

Rispondi