Review Party: “Un amore per Natale” di Alice Marcotti

Carissimi lettori è con molto piacere che oggi vi parlo del libro “Un amore per Natale” di Alice Marcotti. Grazie alle parole di questa giovane autrice vi ritroverete catapultati in un magico Natale, uno di quelli capaci di mettere in discussione le tue scelte e di cambiarti la vita per sempre.

Un amore per Natale

Alice Marcotti

Recensione a cura di Manuela Morana

Abigail Paige ed Elliot Pearce si conoscono da sempre. Da piccoli erano inseparabili, ma durante gli anni del college si sono persi di vista. A Natale le famiglie Paige e Pearce si riuniscono a Horse Holding, come tutti gli anni. Abby vuole presentare il fidanzato alla famiglia, l’uomo che pensava di volere per sempre, ma perde tutte le sue certezze quando, per la prima volta, dopo anni, Elliot si presenta alla tenuta. Tra i due ci sono troppe questioni in sospeso e l’atmosfera natalizia riporterà a galla sentimenti assopiti ormai da molto tempo. Abby ed Elliot si ritroveranno faccia a faccia con i propri desideri e con le proprie emozioni. Dovranno decidere se vale la pena cambiare la propria vita e rimanere insieme, oppure tornare a casa e non vedersi mai più.

Questa è la storia di Abby e Elliot, due ragazzi che si conoscono da sempre, sono cresciuti insieme e per gran parte della loro vita sono stati davvero inseparabili, i perfetti migliori amici.

Tra i due però c’è sempre stata un’alchimia magica, stare lontani era impossibile, così come era inevitabile che prima o poi uno dei due si innamorasse dell’altro.

Abby si rende conto di amare Elliot perdutamente ma pensa di non essere ricambiata, quindi dopo un’infanzia e un’adolescenza passata a fantasticare su loro due insieme si stanca di aspettare qualcosa che non succederà mai e dopo decine di delusioni decide che l’unico modo per dimenticarsi di Elliot è lasciare l’Inghilterra e andare a studiare in Francia.

Elliot non reagisce bene a questo trasferimento di Abby, si sente abbandonato e tradito ma le cose tra i due continuano ad andare bene perché “ci sono sempre le vacanze di natale”.

Infatti a fare da sfondo a questa dolce storia c’è Horse Holding, la meravigliosa casa nella quale da sempre le famiglie di Abby e Elliot si riuniscono per passare il Natale.

Ogni anno i nostri due giovani “amici” hanno quindi un appuntamento fisso al quale è impossibile mancare.

Il Natale insieme è sempre stato magico e imperdibile. Solo che Abby si rende conto che andare in Francia non è bastato, non è ancora riuscita a liberarsi dei suoi sentimenti nei confronti di Elliot e rivederlo senza poterlo amare la distrugge, così al termine del suo percorso di studi decide di andare ancora più lontano, stavolta negli USA.

Non potevo più vivere in quel modo. A Parigi avevo avuto dei ragazzi, ma nessuno era stato in grado di farmi dimenticare Elliot. Avevo bisogno di mettere tra di noi oltre settemila chilometri di distanza.

Elliot non accetta questa sua decisione, non riesce proprio a capire perché la sua By invece di tornare in Inghilterra vuole allontanarsi ancora di più, e così dopo una brutta litigata decide di chiudere il rapporto con Abby e di buttarsi a capofitto nel lavoro.

Passano sei lunghi anni durante i quali i Natali non hanno più lo stesso sapore, i nostri due giovani protagonisti non si sono più visti né sentiti.

Abby ormai da due anni è fidanzata con un ragazzo americano, vivono insieme e tutto sembra andare per il meglio al punto che lui la raggiungerà in Inghilterra per conoscere la sua famiglia proprio durante le festività natalizie.

Abby arriva a Horse Holding una settimana prima del suo fidanzato e improvvisamente e inaspettatamente si ritrova davanti Elliot. Per la nostra giovane protagonista questo è uno shock fortissimo, il suo cuore va in tilt e si ritrova di nuovo piena di dubbi, sembra quasi che gli anni lontani non siano mai passati.

Un tempo io amavo quel ragazzo. L’avevo amato come nessun altro in vita mia. Avevo passato tutte le superiori a desiderare che si accorgesse di me, che la smettesse di andare a letto con tutte. Che mi guardasse negli occhi e mi confessasse di provare i miei stessi sentimenti.

Ma tutto questo non è mai successo e adesso lei ha la sua vita oltre oceano, è felice con il suo fidanzato, anche se lui è sempre con il cellulare attaccato alle orecchie a parlare di lavoro e non le importa molto se non condividono momenti divertenti e spensierati, lui è una persona seria che riesce a darle stabilità e certezze, tutte cose che Elliot non ha mai saputo fare.

Eppure nonostante tutto sembra impossibile non tornare indietro coi ricordi, impossibile dimenticarsi dei panini al tacchino per fare pace o del thè al posto del caffè al mattino, dei regali di Natale che si sono scambiati per anni, delle foto di loro da bambini e di tutto il resto. Fa un gran male vedersi, stare nella stessa stanza eppure essere così distanti, al punto che a poco a poco le distanze inevitabilmente si accorciano fino a sparire.

Tra ricordi, battibecchi, risate, madri che “cospirano”, messaggi non ricevuti, canzoni cantate in auto a squarciagola, pupazzi di neve, alberi di natale che cadono, colpi di scena imprevedibili, “si” che ti fanno mancare la terra sotto i piedi e ti fanno disperare si snoda un romanzo dolcissimo e molto romantico.

Lo stile di Alice Marcotti è fresco, divertente, sincero e mai banale. Il romanzo scorre via velocissimo e rimani letteralmente incollato alle pagine con la speranza che alla fine tutto vada bene e ci sia un lieto fine ma il tempo è passato e forse è ormai troppo tardi… le scelte fatte saranno irreversibili? L’immaturità, la mancanza di coraggio e le bugie di Elliot hanno rovinato per sempre tutto?

Le paure di Abby vinceranno sulle ragioni del cuore? La nostra testarda protagonista capirà in tempo la differenza tra accontentarsi e amare davvero intensamente e profondamente? Per scoprirlo non vi resta che leggere questa fantastica storia di Natale!

Condividi:

Be the first to comment

Rispondi