Recensione: ” Il piccolo negozio dei desideri” di Nicola May

Cari lettori quale periodo migliore per parlare d’amore? Con San Valentino nell’aria non potrete fare a meno di far venire fuori il vostro lato romantico! Quindi siete pronti ad abbandonarvi ad una storia piena di buoni sentimenti e di positività? Allora concedetevi la lettura di questo romanzo: “Il piccolo negozio dei desideri” realizzerà la vostra voglia di un racconto leggero, dolce e con un lieto fine assicurato! Buona lettura!

Il piccolo negozio dei desideri

Nicola May

Editore: Newton Compton Editori
Collana: Gli insuperabili Gold 1 + 1
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 2 gennaio 2020
Pagine: 352 p.
EAN: 2000000037011

Recensione a cura di Manuela Morana

Rosa Larkin si sente perseguitata dalla sfortuna. La sua vita a Londra è un disastro e così, quando eredita un negozietto in un pittoresco paesino del Devon, il suo primo pensiero è quello di venderlo per sistemarsi con il ricavato. Ma non è così semplice. Il misterioso benefattore l’ha vincolata a un’importante condizione legale: il negozio non può essere venduto, ma solo ceduto a qualcuno che lo merita davvero. Rosa decide di provarci e investire tutti i risparmi per rimettere in sesto il negozio nella piccola comunità marina di Cockleberry Bay. Ma può farcela da sola? Chi potrebbe aiutarla ad avere successo? In compagnia del suo fedele bassotto Rosa sta per intraprendere un’avventura sorprendente, che porterà alla luce i segreti dietro la misteriosa eredità.

Chi non ha sognato, almeno una volta nella vita, di ricevere un’eredità inaspettata? Quando Rosa Larkin si scopre beneficiaria di un lascito testamentario che la rende proprietaria di un negozio nel Devon, il “Corner Shop” a Cockleberry Bay, le riesce difficile credere a tanta fortuna. Lei che nella sua vita non ha riferimenti, a parte il suo cagnolino Hot, che non ha avuto genitori, che non riesce a mantenere un lavoro stabile né a costruirsi una relazione concreta, improvvisamente si trova di fronte ad un incredibile svolta del destino. Lascia Londra e quel poco che le ha dato e si imbarca nella nuova avventura, con la caratteristica che da sempre la contraddistingue e che mai gli eventi avversi hanno fiaccato: un grande cuore e un incrollabile entusiasmo.

«Siete sicuri di aver trovato la persona giusta?».

Rosa si tolse il berretto di lana celeste e si grattò la nuca, spettinando ancora di più i suoi riccioli scuri.

L’avvocato alto ed emaciato annuì. «Sì, certo. Evans, Donald e Simpson non commettono errori. Lei, signorina Larkin, è la nuova proprietaria del Corner Shop a Cockleberry Bay».

Poi porse alla venticinquenne sbigottita una valigetta di pelle indicandole un piccolo lucchetto a combinazione sulla fibbia di ottone.

«Ecco qui. Il testamento stabilisce che lei – e solo lei – può aprire il lucchetto, usando la sua data di nascita».

«Questo è tutto molto strano», disse Rosa. «E dove si trova esattamente Cockleberry Bay?»

«Nel Devon, mia cara, nel Devon», rispose l’avvocato guardandola da sotto gli occhialini. «Presumo che quello sappia dove si trova».

«Avrò anche un accento Cockney, signor Donald, ma non sono una stupida».

«Be’, allora la apra». L’avvocato ondeggiava da un piede all’altro, ansioso. «Da giorni non vediamo l’ora di sapere cosa contiene», confessò.

Rosa ha saputo costruire la propria vita da sola, caparbiamente e con forza. Evita i legami troppo impegnativi, perché è abituata agli abbandoni. Non ha fiducia nelle proprie potenzialità né, tanto meno, nel futuro. Ha paura di tutto, soprattutto di soffrire ancora. Il regalo ricevuto dal misterioso donatore le insegnerà che ciò che sa di se stessa è la minima parte di ciò che è realmente e di ciò che vuole. Troverà amici, delusioni, soddisfazioni, l’amore di un uomo e, forse, un amore addirittura più importante.

Mentre restituisce vita alla piccola bottega che ora è sua, il “piccolo negozio dei desideri” le restituirà la vita che avrebbe dovuto avere, nell’infinito spazio racchiuso tra il cielo e l’oceano e all’interno del suo cuore.

«Qui è dove il cielo tocca il mare, vero?», sussurrò Rosa.

«Penso che tu possa dire la stessa cosa di ogni orizzonte». Joe sorrise con affetto. Rosa era navigata per molte cose, ma per altre era così innocente e ingenua.

Romanzo delizioso, con una narrazione fluida e personaggi accattivanti, a partire dalla protagonista. Molto ben riuscite le descrizioni dei paesaggi e imperdibili anche i personaggi secondari come Mary, Titch e Quennie, ma il personaggio che davvero conquisterà il vostro cuore è il cagnolino Hot. Ho apprezzato molto la crescita personale di Rosa, vedrete questo personaggio evolvere e maturare pagina dopo pagina, la vedrete combattere con le proprie paure e insicurezze e vi assicuro che vi affezionerete moltissimo a lei. Molto interessante anche il pizzico di mistero che caratterizza questo romanzo. Questo libro di Nicola May concede una lettura davvero piacevole, ideale per ritagliarsi un angolo di pace al termine di una giornata pesante e perfetta per rimettere a posto i pezzi di un cuore infranto alla fine di una storia deludente.

Materiale fornito dalla Casa Editrice

Condividi:

Be the first to comment

Rispondi