Recensione: “L’ odore della colpa” di Tony J Forder

Buongiorno lettori, oggi vi presentiamo il secondo volume della serie Bliss. Una lettura che gli amanti del primo libro non potranno farsi sfuggire.

Traduttore: Raffaella Arnaldi
Editore: Nua
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 9 luglio 2020
Pagine: Brossura
EAN: 9788831399074

Recensione a cura di Rossana Cavaliere

Dodici anni dopo aver lasciato Peterborough, il detective Bliss torna a far parte della squadra Crimini Maggiori e si ritrova coinvolto in un’indagine su un serial killer. Penny Chandler è stata promossa a sergente e lavora a Londra, nella divisione del MET che si occupa di crimini sessuali. Quando però vengono denunciati due stupri a Peterborough, l’agente si offre volontaria per interrogare le vittime e ben presto nota un possibile collegamento tra gli stupri e l’indagine per omicidio di Bliss. Potrebbe esserci un solo responsabile per entrambi i casi? Per riuscire a catturare l’assassino, però, Bliss deve scoprire il suo movente. Un movente che sarebbe dovuto rimanere sepolto nel passato…

In questo secondo volume della serie “Bliss” continuiamo a seguire e a conoscere le indagini e i protagonisti del libro precedente, anche se, essendo i libri siano autoconclusivi il primo aiuta ma non è indispensabile per la lettura del secondo volume. a conoscere meglio e la sua collega Penny Chandler.

In presenza dell’amica, Bliss amava fingere di non aver bisogno di lei nella sua vita professionale, che era una detective poco più che mediocre, praticamente una spina nel fianco. La verità era che, sul lavoro, lei lo aveva completato.

Mentre il tenete Bliss sta indagando su una serie di omicidi che coinvolgono donne anziane, la sua collega, Penny Chandler, è impegnata su un caso di stupri ai danni di ragazze giovanissime. Le due indagini, sebbene appiano molto distanti tra di loro, potrebbero avere un filo conduttore comune.

So che sei da qualche parte, so che se alzi lo sguardo stai guardando il mio stesso cielo. Siamo vicini. E io ti vedrò. Ti vedrò comparirmi davanti, pezzo per pezzo, poco alla volta. E allora…allora ti prenderò.

Gli elementi che man mano si dipanano nella storia ed i fini ragionamenti del detective protagonista creano un crescendo di suspence che coinvolge sempre più il lettore alla scoperta di dettagli essenziali per l’avanzamento delle indagini: indagini che porteranno alla luce un passato che forse è meglio tenere sepolto.

Sarà una caccia contro il tempo, spietata e spesso caratterizzata dall’incertezza di non riuscire ad arrivare in tempo, una partita fino all’ultimo sangue dove nessuno dei due è disposto a mollare…

L’autore è bravissimo a catturare l’attenzione del lettore, soprattutto per il modo in cui riesce a tratteggiare l’assassino e a creare i collegamenti tra le varie tracce che dissemina brillantemente nella storia.

Originale e davvero sorprendente il finale che regala al lettore un esito inatteso e inimmaginabile.

Materiale fornito dalla Casa Editrice

Condividi:

Be the first to comment

Rispondi